Saro Rattaro

Il mio nuovo romanzo….

In primavera arriverà il mio nuovo romanzo. “Questa storia deve essere raccontata” ho pensato quando, un paio di estati fa, decisi di prendere la macchina per incontrare una persona che viveva a quasi cinquecento chilometri da casa mia. Mi ha ospitata a casa sua, come una vecchia amica. Mi ha confessato la sua vita, come una vecchia amica. Mi ha affidato tutte le prove di quello che diceva, come una vecchia amica.

Sono trascorsi alcuni mesi prima che io mi sentissi pronta. L’ho lasciata lì, per un po’. Le giravo intorno. Ci pensavo nella quotidianità. Mentre cucini, apri le finestre o parcheggi l’auto. Ogni piccola cosa cui ero abituata assumeva una dimensione diversa, come se per qualcun altro non fosse più quello che doveva essere. Semplice. Per lei, la mia nuova amica, non lo era stato prima, quando sapeva di prigione e non lo era nemmeno ora che sapeva di libertà.

Poi, un giorno non ho potuto resistere. Era tutto pronto nella mia testa. Le immagini sono scivolate, una a una, come sequenze di un film.

In primavera ne parleremo ad alta voce e avrà il titolo più bello che abbia mai sentito.

15 Comments

  1. Aspetto con ansia il momento di perdermi in quelle pagine…❤️

    • Grazie Nunzia! Anch’io non vedo l’ora. un abbraccio Sara

  2. Da poco ho terminato “niente è come te”… Sicuramente uno dei più bei libri che abbia mai letto.
    Non ricordo di aver mai pianto leggendo un libro, questo a dimostrazione di quanto sia stato intenso ed abbia saputo toccare certe corde.
    Grazie mille Sara, anche per i notevoli spunti di riflessione che mi ha lasciato.
    Aspetto con ansia il suo prossimo libro, che ovviamente sarà mio sin dal giorno della pubblicazione!
    Adriano B.

    • Grazie mille a te Adriano. Splendi più che puoi arriverà il 31 marzo. Manca poco. A presto Sara

  3. Grazie Sara x avermi regalato una emozione ,ti ho scoperto x caso ma continuerò ad emozionarmi ne sono certa con altri tuoi libri. Marina da Genova

    • Grazie mille a te Marina

  4. grazie sara per il tuo bellissimo romanzo un uso qualunque di te
    scrivi benissimo
    ora leggerò gli altri.
    continua
    lorenzo – milano

    • Grazie Lorenzo. La storia di Viola è arrivata come un uragano e mi ha lasciata piena di emozioni. Il 31 marzo arriverà Splendi più che puoi. Una storia molto forte e importante che affronta un argomento di cui non bisogna smettere di parlare. A presto Sara

  5. cara sarà,ti avevo scritto tempo fa..vorrei tanto venissi nella scuola in cui insegnò per dare uno sprono vivace alla lettura al gruppo in letargo…mi farai sapere..?fiduciosa e smaniosa..attendo.Alessia.

    • Ciao Alessia. Mi farebbe molto piacere. Puoi scrivermi a sarà.rattaro@gmail.com indicandomi qualche data utile? A presto e grazie

  6. Ciao Sara, appena ho letto, e amato, il tuo romanzo “Non volar via” sono corsa a comprare tutte le altre tue opere. E mi hanno emozionato tantissimo. Alcune le ho recensite, e consigliate, su un giornale locale per il quale collaboro. Aspetto con entusiasmo il tuo nuovo romanzo! a presto. Cristina – Levanto (SP)

    • Ciao Cristina, grazie mille. Il nuovo libro arriverà il 31 marzo e spero ti piaccia. Fammi sapere appena puoi. Un abbraccio Sara

  7. Grazie, Sara, per quello che scrivi e per come lo scrivi. Sono un’anziana pensionata; da quando ho lasciato il lavoro anch’io scrivo, anche se non molto successo, e mi ispiro a storie realmente accadute, perciò credo di capirti doppiamente.Ho letto Niente è come te e l’ho presentato a un tè letterario presso la biblioteca comunale di Signa, dove vivo. Ho letto anche Splendi più che puoi e ne parlerò il 21 ottobre, poiché le biblioteche della Toscana propongono iniziative contro la violenza.
    Aspetto altri tuoi lavori per commuovermi e riflettere. Per quello che posso, cercherò di promuoverli. Un abbracci materno Tina (Terza)

  8. Ho appena finito la lettura è una storia che lascia molto da pensare e raccontata in modo meraviglioso

  9. Ciao Sara. Io ho appena finito di leggere “Non volare via”.
    Avevo già letto “Splendi più che puoi” e “Sulla sedia sbagliata”.
    Non vedo l’ora di leggere anche gli altri due.
    E aspetto il nuovo.
    Mi piace tantissimo come scrivi e cosa scrivi.
    Approfitto dell’occasione per augurarti Buon Anno!
    Ciao!
    Manuela

Commenta